giugno 22, 2017

Associazione Alla Salute Marche Onlus: Buon Compleanno "Didattico"!

Il 1 giugno 2017 abbiamo festeggiato ben 11 anni dalla nascita dell'Associazione alla Salute Marche Onlus, avvenuta nelle Sede di Via Cialdini di Ancona. 


Abbiamo organizzato diversi eventi, tra cui la presentazione di tre Unità Didattiche, aperta all'esterno, come momento di raccolta fondi per la costruzione del Villaggio Quadrimensionale a Troia.

La prima ad aprire le danze è stata l'Unità Didattica "Home Life", presentata da Lucia, Francesca e Paolo. 


È stata una bellissima esperienza che ci ha nutriti in profondità. 
Ognuno di noi è partito dalla sua esperienza di vita, dal proprio sentire emotivo unendo anche la parte giocosa, fantasiosa.

Prendo spunto da una frase di Mariano che dice: "Il percorso è molto tortuoso, non si arriva subito, si sbaglia, si torna indietro...": le varie fasi della Home Life sono un po' questo, non si ha la pretesa di arrivare subito, né tanto meno si saltano le varie fasi, ma ogni passaggio ha il suo tempo, che va rispettato e soprattutto accompagnato.


È bene che ogni giorno si faccia la propria "Home Life".
Prima di tutto ci si Ascolta, si seleziona il Bisogno, poi si fa Cucina-Cesso, per poi Transitare e arrivare così al Salotto, dove si fa Teoria, si fa Spin.
Arrivati alla Sala da pranzo si festeggia, e finalmente ci si può riposare e si inizia, il giorno dopo, con un nuovo Stato Quiete, un nuovo stare nella Vita: V come Vitalità; I come Interiore; T come Ti; A come Apre a nuove prospettive… la Vitalità Interiore Ti Apre a nuove prospettive!


La seconda Unità Didattica è stata quella del Quadrangolare, condotta il 10 giugno da Gabriella e da Teodoro. Sono stati molto creativi, hanno preso spunto dai personaggi della Bibbia. 
Lei ha interpretato l'arcangelo Gabri...ele, invece lui ha interpretato Dio, colui che detta legge, detta a Mosè i dieci Comandamenti, è l'Angolo ALFA in persona. 


Interviene l'arcangelo, che lo accompagna verso l'angolo BETA, che si mette in ascolto, e gli fa vedere che c'è altro. Con il suo spirito, l'arcangelo Gabri...ele lo convince a intraprendere un viaggio, come fece Mosè con gli Ebrei. Iniziano così un lunghiiiisssssimo viaggio, dove invitano alcune persone presenti: ci si affida allo stormo, all'inedito. Finalmente, si approda all'angolo GAMMA, che è l'angolo della creatività, del gioco, della leggerezza, presente molto nei bambini. 


Qui si festeggia con una cascata di coriandoli. Per essere interi, si passa infine all'angolo PI-GRECO, che è aperto verso nuove prospettive!


La terza e ultima di questo ciclo è l'Unità Didattica La Piramide del Sarvas, presentata il 18 giugno dalle tre valorose donne Eleonora, Teresa e Patrizia. Hanno rappresentato anche loro molto bene questa Unità Didattica, accompagnandoci con giocosità a vedere i vari piani della Piramide devotamente intervallati da scritti e canzoni. Ognuna di loro si è cimentata a partire da sé.


RAPPORTO CON SE STESSI: IO CHI SONO? È stata letta la poesia di Benedetta, dal titolo "Cambiare pelle", in cui emerge come tendiamo a soffocare le nostre emozioni. Ma più lavoriamo su di noi, più la Piramide si farà più salda. Salendo, si arriva ai...
RAPPORTI FORTI: "Ti vedo". Qui abbiamo bisogno che qualcuno ci faccia da specchio riconoscente, che l'altro ci dica: “VOLO UT SIS”, cioè “io voglio che tu sia quello che già tu sei”, per arrivare a dire “VOLO UT SIM”, cioè “io voglio che io sia quello che già sono”. Poi…
RAPPORTI COI GRUPPI: Abbiamo ascoltato la canzone di Pocahontas, personaggio molto legato agli antenati della natura: il sole, la luna, le stelle che ci collegano con la nostra vera natura, libera e selvaggia, libera da costrizioni, da strutture create da un forte e potente razionale-simbolico. 
L'ultimo ma non meno importante è il...
GLOBALE MASSIMO: le tre donne hanno letto il ricanto di Vivis dal titolo "Benedico, che rappresenta il P.U.M., lo spettacolo. Si è arrivati in ALTO, dove si può ammirare il panorama in tutte i suoi colori e sfumature. Tutto è direttamente proporzionale, cioè più lavoriamo su noi stessi e più riusciremo ad avere un'ampia e ricca teoria e a stare nella vita a partire da sé e non da un esterno che ci vuole includere.


Mi ha colpito molto questa frase che vi riporto e con la quale concludo:
"IO STO BENE CON ME STESSO, NELLE RELAZIONI!!!!!!"

Francesca M.

0 commenti: