novembre 10, 2015

LE RUBRICHE DEL METODO ALLA SALUTE: STORIE E RACCONTI DI VITA. Associazione alla salute Lombardia, novembre 2015.


FONDAZIONE NUOVA SPECIE ONLUS 
Registro Persone giuridiche n. 429 
Prefettura di Foggia



MARTA
MAMMA COMPETENTE.




Di buon mattino, vi scrivo.
Ho deciso di dar valore ad un piccolo particolare.
Tutti i martedì vado al Consultorio al terzo piano: facciamo incontri vari, stiamo insieme tra mamme e bambini, ci confrontiamo, ci alleggeriamo. Al secondo piano c'é il CPS - Centro Psico Sociale, la psichiatra che mi diagnosticó il bipolarismo e i vari infermieri. Il 12 novembre 2010 sono partita da lì, ho tolto gli psicofarmaci e ho lasciato la mia cartella clinica. 

Ora ho la cartella "del terzo piano" nella quale c'è scritto mamma competente. 
Da settimana prossima, con un'altra mamma, avremo una stanza da autogestire per tutti i giovedì mattina. 


L'unico che mi saluta del reparto di psichiatria é uno degli infermieri, quello basso, pelato, del sud.
Porto mio figlio in fascia e per mano con molto onore e gioia e non ho paura e non sono più arrabbiata con loro. Non so se sia la mia rivincità, é una parte del mio viaggio.

In questi nove mesi ho conosciuto due mamme, Sara e Tamara. Una volta alla settimana ci troviamo a turno nelle nostre case e una di noi prende la mattinata libera, le altre restano con i nostri quattro figli di otto mesi. Mi sono raccontata fino in fondo e ci accompagnamo molto, sia nelle cose pratiche, sia nei vari passaggi emotivi. Ho raccontato di Mariano, del Metodo alla Salute, dell'ex CMS - Centro di Medicina Sociale, del Progetto Nuova Specie, della Fondazione

Mi fanno domande, riconoscono in me delle competenze "speciali" dovute alla "formazione" di questi ultimi cinque anni e sono curiose. 
Sono reciprocamente due pedagogiste di una grande cooperativa milanese. Mi portano la loro storia, condividiamo le nostre giornate, il cibo, il sonno, le lacrime, la rabbia, il divertimento. Ed Enea é spesso con i bambini: li bacia, li lecca, tira, morde, si sbattono a terra, giocano, spargono muco e si divertono.
Insieme a loro ho maturato l'idea di diventare una Doula per poter anche condurre le tende rosse. 

Le Doule sono donne che accompagnano le donne durante la gravidanza, in sala parto e dopo la nascita e conducono gruppi di aiuto tra donne. Bisogna fare una scuola, sostenere un esame, fare tirocinio. A seguito della scuola base poi puoi diventare anche consulente per l'allattamento e del "portare". 

Al di là dei termini, ognuno puó portare la sua formazione e il Metodo alla Salute, il Progetto Nuova Specie, sono dieci anni avanti. Guadagnerei un titolo riconosciuto e spendibile, potrei fare consulenze e guadagnare anche una discreta indipendenza economica. Tamara mi ha detto (dopo averle raccontato tutta la storia): "Tu sei una madre da Tende Rosse..." e io voglio provare!

Enea é immenso, l'amore più forte. Secondo me é un bambino testone, buffo, precoce, intelligente, un po' permaloso, molto sensibile. Ma sono la madre e per ogni madre il proprio figlio é meraviglioso.
Io sono stanca, la mia vita si é talmente stravolta, ma sento di stare abbastanza bene.

Ho recuperato con piacere vero la mia famiglia d'origine, ha del miracoloso e ho accanto a me un compagno grande e grosso, presente e limitato proprio come me. É un padre dolce, fermo, pratico, creativo, un po' quadrato, ma innamorato di Enea e delle sue scoperte. Enea lo ricambia e la sera, quando Ale torna dal lavoro, lo stringe forte al collo tra gridolini vari. 

Ho paura, sì, so che devo raccontare ad Enea della sua storia, delle sue origini biologiche, so che Giancarlo esiste, che a breve avremo un confronto accompagnato. So che sono la madre di Enea e che pur aprendomi, manterró la mia posizione ferma. Mi sento una leonessa, sopra ogni cosa, mio figlio deve essere il centro!

Desidero intraprendere un viaggio con Enea ed Alessandro, passare da Mas.Tr.O. di Ancona e arrivare giù fino a Foggia e Troia. Vorrei incontrare alcune persone, presentare Enea, vedere la Masseria "Stalla del Pro.Nu.S." e portare una fascia a Mariano. Confido nella fine di novembre.

Cinque anni fa arrivavo a Foggia con Ruggero, un valigione nero, gli psicofarmaci in corpo e un pacchetto di sigarette. Cinque anni fa iniziava per me un nuovo viaggio, difficile ed illuminante.
Sono pochi cinque anni, eppure mi sembra sia passato un secolo. Sono molto emozionata e grata a Mariano e a tutte le persone che si sono sporcate di me, di noi.

Vi saluto e vi abbraccio forte mentre Enea si é svegliato cercando la tetta. 
Ci "vediamo" l'11 novembre via Skype.


Marta

3 commenti:

Naima Bonuomo ha detto...

ALCUNE DONNE POSSONO CREARE CORO CELESTIALE O ECO ILLUSORIO REGRESSIVO DI RIGETTO LA VITA SIA CON TUTTI VOI DUNQUE COME CORAGGIOSAMENTE DESCRIVI QUI INCANTATA DALLA TUAMUSICA INTERIORE ABBRACCIO IMMA

Naima Bonuomo ha detto...

E CHE IL POSIIVO DANZI ANCORA CON LA STORIA

Associazione Oltreilmovimento ha detto...

Grazie 💜 Marta