ottobre 29, 2014

Troia (FG), domenica 14 settembre 2014. FESTA DEL PRIMO MATTONE... DELLA MASSERIA!

FONDAZIONE NUOVA SPECIE ONLUS 
Registro Persone giuridiche n. 429
 Prefettura di Foggia





FESTA DEL PRIMO MATTONE
ALLA MASSERIA
DELLA FONDAZIONE
NUOVA SPECIE!



Casa Martini, il cui nome è stato reso noto grazie a Giovanni d’Errico che ce ne ha narrato la storia risalita con l’aiuto delle ricerche, contrada La Casina. 

L’appuntamento per la per la Festa del Primo Mattone inizia con la sfilata a sorpresa dell’Associazione "Koilos" e dei suoi componenti con la collaborazione dei ragazzi di altre Associazioni.


La "Koilos" arriva accompagnata da una aria di Festa, permesso dall'arrivo dei Musicisti Davide, Gioele, Martino, Gaetano che arrivano suonando strumenti seguiti da accompagnatori danzanti.

Angela porta con sé un fagotto contenente il Primo Mattone di pane, uno tra i doni portato assieme a Dina e Marilisa ed altri cesti contenenti prodotti della cultura contadina tra cui pane, vegetali, olio, sale e la caciotta. 
Altro dono degno di nota, creato a mano dalle Artigiane di Nuova Specie così come il pane, è stato il Diario azzurro donato personalmente a Mariano, dov’è stato proposto da Grazia Pietroforte di annotare i nomi delle Associazioni partecipanti alla Giornata del Primo Mattone.

Tra danze, assaggi e pranzo condiviso abbiamo trascorso le prime ore della mattina/pomeriggio.

Il pomeriggio è stato dedicato al Rito del Primo Mattone ideato da Giovanni e Barbara.

E’ stato indicato di far trasportare un mattone di tufo pugliese a coppie (circa 12kg) per ogni associazione nelle Stalla dove Giovanni e Gaetano hanno aperto un varco laddove collocarli. Con l’aiuto degli artigiani Francesco Guerra, Giovanni D’Errico e Alfredo abbiamo sistemato ogni mattone  - uno per associazione - compreso il Primo, con l’ausilio dei Rappresentati della Fondazione Mariano e Giovanna.

Il varco creato è stato riempito con tufi che rimarranno a vista ed intatti ai lavori di ristrutturazione prossima.

Spostandoci all’esterno è stato letto un capitolo del Vangelo globale dedicato alla Stalla del Pro.Nu.S. che v’invitiamo a rileggere. 
Altre associazioni sono state chiamate ad esprimere un libero pensiero, dando anche il loro contributo. Prima però Mariano ha lasciato delle proposte e comunicazioni. E’ stato pensato di partire da Monte Sant’Angelo per arrivare a Troia suddividendo il cammino in cinque anni, una tappa per anno. Le tappe saranno Monte Sant’Angelo, San Giovanni Rotondo, San Marco in Lamis, San Severo, Lucera e Troia.

Ultimo, ma non meno importante, è stato il Melograno portato da Donato, simbolo di Fertilità e Unione per via dei suoi innumerevoli semi uniti da una rete: la Rete alla Salute.

La conclusione è avvenuta con il lancio delle due lanterne nel “Koilos di Troia” e, con il conseguente dono della Cooperativa “Anemos”, “lentamente, molto lentamente, molto più che lentamente” che ha lasciato un netto vantaggio alla Fondazione, dandole spazio e lasciandole prendere il Volo.

Angela Quarticelli
 

0 commenti: