agosto 22, 2012

Villa Terronia (FG), martedì 14 agosto 2012. PROGETTO AUGUSTUS. Undicesima giornata.

FONDAZIONE NUOVA SPECIE ONLUS
Presidente: Dr. Mariano Loiacono



PROGETTO "AUGUSTUS"
(A FOGGIA E NEI DINTORNI)...
 
Undicesima giornata:
martedì 14 agosto 2012.
 
A gran richiesta,
si ritorna all'Acquapark!
Tutto il gruppo vive
l'infanzia e l'adolescenza
accompagnato dalla leggerezza
dei bambini...
 

 

A gran richiesta si ritorna all’Acquapark. 

Nonostante qualche nuvola la "Ciurma Augustus" carica di leggerezza e voglia di divertirsi si incammina verso il parco per vivere nuove emozioni.
 

Una volta arrivati tutti iniziano a salire sugli scivoli per poi scivolare giù carichi di adrenalina pura, che coinvolge dal più piccolo al più grande.  


Elisabetta con la sua grande forza di volontà riesce a superare la paura dell’affidarsi e si lancia, mano a mano con Luca, dallo scivolo più alto, scivolando talmente veloce da lasciarsi dietro parecchie sue paure. La Betti continua a stare in acqua, in costume, divertendosi e nuotando in compagnia di Franco-esco, Gianpiero e Luca che di continuo la stimolano al movimento.


Intanto tutto il gruppo vive l’infanzia e l’adolescenza accompagnati dalla leggerezza dei bambini. Sono proprio loro (Franceschino, Noemi, Giovanni, Marialuce e Martina) il motore che aiuta tutti noi a tornare alla nostra infanzia e adolescenza, facendocela rivivere

Dopo numerosi saliscendi e tuffi in acqua, la ciurma sfinita ritorna alla base con un elemento prezioso acciaccato, Annarita è colpita da un dolore alla gengiva che inevitabilmente la fa fermare e la spinge ad accudirsi. 

 
Digerita la cena, Bruno e Luca (Futuro e Presente di Betta) spingono Luigi S. in un improvvisata teatrale per riportarlo alla realtà, con la partecipazione di Milo e Betti nei panni di due amanti. Luigi S. perde l’amata Betti sottratta dalle sue braccia da Milo che ridendo e scherzando rimane molto colpito dai baci passionali della principessa Betti, che non contenta scarica anche Milo e si butta tra le braccia di Filippo. Emozioni forti coinvolgono tutti i partecipanti fino a far rilassare Milo che inizia a parlare della sua sessualità non più in maniera razionale ma di pancia. Piano piano tutti vanno a letto e felicemente passeranno la notte, sempre più breve…

Luca
e
Milo

1 commenti:

Naima Bonuomo ha detto...

Cari conduttori del progetto sono fiera di voi.
State investendo le competenze apprese con tanto sacrificio, vi auguro che grazie a questi progetti più vicini al recupero della vita delle persone vi giunga la forza per andare avanti e che riusciate a darvi più valore.
Chi ben semina prima o poi raccoglie buoni frutti continuate così...